20 ottobre 2005
Crisi politica nell'Amministrazione comunale di Telese
da Il Mattino

 

 

Telese Terme: lo scenario politico.

La crisi al Comune nelle mani di D'Occhio

Si cerca di ricucire lo strappo con lo SDI

VITTORIO VALLONE

Telese Terme. La crisi politica nell'Amministrazione comunale di Telese Terme, che ha visto come primo protagonista l'ex-assessore Alessandro Grimaldi dello SDI, revocato dal sindaco Capasso,non accenna a ricomporsi. Ne tanto meno, dalla casa comunale della cittadina termale, sono arrivate conferme sulla probabile nomina di altri consiglieri comunali o soggetti esterni al Consiglio, che dovrebbero sostituire l'assessore uscente.

Intanto il partito della Rosa, che l’altra sera, nella sala Goccioloni delle Terme di Telese, ha riunito, in una seduta pubblica, i suoi vertici provinciali e regionali attende al varco l'Amministrazione Capasso, e quest'ultimo «reo di non aver coinvolto il partito in una questione definita personale ma che in realtà ha dei chiari risvolti politici» come ha sostenuto il segretario cittadino Tullio Festa.

Sembra sgonfiarsi, invece, l'idea del gruppo di minoranza di ”Insieme per Telese”, che sarebbe ancora convinta che nell'attuale Amministrazione si sarebbero formate due distinte fazioni, una facente capo all'ex sindaco ed attuale assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe D'Occhio, e l'altra di riferimento, ovviamente, all'attuale primo cittadino Gennaro Capasso. E proprio l'assessore D'Occhio, nel suo intervento esterno all'affollato incontro nelle Terme, chiamato in causa dallo stesso Grimaldi come «garante di un progetto politico-amministrativo dove la componente socialista ha partecipato in maniera qualificata e fattiva», si è reso disponibile, anche in qualità di capogruppo della componente di maggioranza, a farsi portatore di pace tra il sindaco e l'ex-assessore.

Ecco quindi che le ipotesi future potrebbero essere varie.

La prima è quella che vedrebbe D'Occhio capace di riunire le componenti, convincere il sindaco e quindi far rientrare in giunta Grimaldi. Lo Sdi pare accetterebbe l'ipotesi, in cambio di un ridimensionamento politico di alcuni dirigenti comunali e di partito che pare contrastino con l'attività politica dei socialisti e dell'intera amministrazione nonostante navighino in un'area politica molto presente e ben rappresentata nella maggioranza.

La seconda ipotesi, che sembra anche la più plausibile, è quella che vede la componente socialista rappresentata in giunta da un'assessore esterno, con Grimaldi consigliere comunale e segretario cittadino.

La terza ipotesi, nel caso il sindaco Capasso decidesse di nominare un'assessore tra i suoi consiglieri comunali, visto che alcuni già sono in attesa da anni, vedrebbe lo Sdi, ovviamente, fuori da qualsiasi gioco amministrativo. A questo punto la componente socialista ricercherebbe una rottura definitiva con l'attuale maggioranza che potrebbe incidere notevolmente sui rapporti che il Comune di Telese Terme sta intrattenendo in questi ultimi due anni con la Giunta regionale ed in modo particolare con l'attuale assessorato al Turismo e ai Beni Culturali guidato da Marco Di Lello. Tutto questo alla luce anche di alcuni finanziamenti compresi nel Pit Termale seguiti direttamente dall'Ufficio tecnico comunale.

 

 

 Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile

     

 Valle Telesina


Per intervenire: invia@vivitelese.it