12 dicembre 2005
SDI: fallito il tentativo di D'Occhio
da Il Sanno Quotidiano     11-12-05

 

 

«D’Occhio? Il leader si autobacchetta» 

Strappo tra lo Sdi e l’Esecutivo

Festa accusa l’ex sindaco: «E’ fallito il suo ruolo di intermediazione»

di Antonio Vecchiarelli

"Stupefacente leggerezza" è il conio espressivo scelto dal segretario cittadino dello Sdi, Tullio Festa" per commentare il modo con cui "si vuole liquidare un problema grave e serio che ha, di fatto, rotto un'alleanza amministrativa". Il riferimento è alle dichiarazioni che Giuseppe D'Occhio, capogruppo della maggioranza e assessore della Giunta Capasso, ha rilasciato al nostro giornale sulla estromissione dall'esecutivo del delegato boselliano per sopraggiunta rottura del rapporto di fiducia con il primo cittadino. Un atto, questo, che il segretario della Rosa definisce "grave, lesivo dei rapporti interpersonali, fondamentalmente lesivo dei rapporti politici". Festa ricorda gli interventi nelle due assemblee pubbliche organizzate dal suo partito, alla presenza dei vertici provinciali e regionali, in difesa dell'assessore espulso. In quelle circostanze "la segreteria cittadina - afferma - ha in maniera chiara ed inequivocabile espresso la sua condizione per il ripristino di una collaborazione politica: il reintegro di Alessandro Grimaldi nella giunta amministrativa.

Dopo tanto silenzio e tanta superficialità, la maggioranza attraverso il suo capogruppo, partorisce il topolino: baipassare la locale rappresentanza politica socialista e rapportarsi direttamente con colui il quale (l'assessore regionale Di Lello, ndr) è stato definito eufemisticamente un amico personale di Telese Terme..." La chiosa ("Abbiamo l'impressione che D'Occhio abiti a Milano") è un misto tra il meravigliato e una categorica presa di distanza dall'ipotesi del capogruppo di maggioranza: un incontro tra il sindaco Capasso e l'assessore regionale Di Lello. Lo sviluppo successivo delle dichiarazioni di Tullio Festa è garbato, ma pungete nei confronti di D'Occhio che "da vero leader bacchetta tutti, anche se stesso, bontà sua!". L'affermazione fa da apripista alla replica sulla questione degli intermediari sollevata dal capogruppo di maggioranza.

"Noi dello Sdi siamo stati definiti degli intermediari incapaci di ricucire lo strappo da lui definito 'insensato'; il suo sindaco, incapace di gestire equilibri fondamentali nel divenire continuo della macchina amministrativa. Ha dimenticato, forse, che in occasione della prima assemblea pubblica dello Sdi, alla presenza dell'onorevole Corace, si era posto come vero ed unico intermediario ipotizzando un tavolo politico, atto a rimettere tutto in gioco, alla ricerca di una soluzione positiva. Il risultato è noto a tutti! E' inutile confondere la politica con i sentimenti, basta essere più umili nel dire che non c'è stata nessuna volontà a seguire la strada del confronto, rispetto al quale tutti, ma proprio tutti, avrebbero dovuto fare un passo indietro".

Inaccettabile per Festa anche la scusante pettegolezzi: quelli che per D'Occhio avrebbero contribuito ad inasprire i termini della vicenda. "Guardi in casa propria - è la risposta del segretario - dove vive una logica non politica che a fini strumentali alimenta il pettegolezzo e la contrapposizione". Posizione che non si sposta di un millimetro, quella dei socialisti, consci che "non sarà un eventuale incontro con Di Lello a cambiare il nostro percorso che è stato concordato con il nostro assessore". A D'Occhio dispiacerà... al contrario di molti altri nella sua maggioranza.

Giuseppe D'Occhio, ex primo cittadino di Telese Terme, ispiratore di quella continuità amministrativa rappresentata dell'attuale compagine di governo di cui è anche assessore ai Lavori Pubblici nonché capogruppo di maggioranza, a commentare l'accaduto. E' dispiaciuto l'ex fascia tricolore. Mette avanti l'amicizia rispetto ai rapporti politici: la definisce il cementante della coalizione. E' per questo che il vuoto comincia ad avvertirsi in modo più netto ora che l'uscita di Grimaldi dalla maggioranza è nero su bianco.

D'Occhio rimarca che c'è ben poco da ricostruire quando i rapporti personali si deteriorano (chiaro il riferimento al conflitto sindaco-assessore dello Sdi che ha determinato il provvedimento). E ammette che nella "disputa" sono mancati intermediari validi in grado di ricucire lo strappo (lo definisce "insensato") o, quanto meno, di avviare la discussione in ambiti più politici. Si è lasciato, al contrario, che le dicerie, i pettegolezzi, contribuissero ulteriormente ad accrescere l'incomunicabilità tra il sindaco e Grimaldi. E ammette pure che il suo ruolo di ispiratore e, quindi, di figura carismatica del gruppo, non ha prodotto risultati, anche per i suoi impegni alla guida dell'Autorità di Bacino Liri - Volturno - Garigliano. Rimpianti... valutazioni in cui l'affetto, la stima, l'amicizia per i protagonisti, hanno la preponderanza. Sentimenti che si sente di esprimere anche nei confronti dell'assessore regionale al Turismo, Marco Di Lello.

Per lui D'Occhio ha parole di apprezzamento per gli impegni assunti verso la comunità telesina ("è stato un amico del Comune di Telese - afferma -) e per la sua volitività. Dopo la vicenda, qualcosa è cambiato... e la cosa lo infastidisce. I giudizi politici di D'Occhio riservano una sorpresa... espressa sotto forma d'auspicio: l'incontro tra il sindaco Gennaro Capasso e l'assessore regionale dello Sdi, Marco Di Lello. Il capogruppo di maggioranza intravede nella possibilità un modo per trovare una soluzione ai compromessi rapporti personali e soprattutto politici. Uno sbocco della crisi tra maggioranza e Sdi che, a suo giudizio, potrebbe avere diverse connotazioni dipendenti anche dalle posizioni del partito della Rosa. E' consapevole della difficoltà di un ritorno in giunta di Grimaldi, ma evidenzia come gli sforzi da parte di tutti possono riuscire funzionali agli obiettivi prefissati. Parole di apprezzamento anche per il sindaco Capasso: "Sta facendo molto per entrare nel suo ruolo - dichiara -. Lavoratore instancabile, che però talvolta ha reazioni forti..." che generano contrasti. E per i quali è pronta la "soluzione possibile", come la definisce D'Occhio.

 

 

 Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile

     

 Valle Telesina


Per intervenire: invia@vivitelese.it