ViviTelese, è ora di riorganizzare il sito
Le esigenze dei gestori

Ritorna all'indice

 

 

 

Caro Giovanni Lombardi,

 

forse ti ha preoccupato il mio  silenzio degli ultimi giorni dopo le tue proposte per il rinnovo del sito. C'è un motivo, anzi due. Il primo impedimento è stato causato dalla mia vacanza: lontano da casa è più difficile gestire sia l'aggiornamento che la corrispondenza con i lettori.

 

Altro motivo che mi ha impedito di risponderti sta nel mio fare puntiglioso con l'analisi tecnica di tutti gli aspetti da considerare nel restyling anche in termini di gradimento per i lettori. Fino ad ora non avevo potuto seguire a fondo tutto ciò che hai proposto con la tua solita professionalità.

 

Provo a riparare manifestandoti sia le perplessità che i compiacimenti per avere contribuito ad aprire una nuova era per ViviTelese. Hai preso a cuore il rinnovamento di ViviTelese e te ne sono grato.

 

Parto dagli aspetti buoni, anzi ottimi: la classificazione con database ed archiviazione automatica degli interventi è come una manna dal cielo sia per la gestione più snella sia per l'aiuto che sarà fornito ai lettori per una rapida ricerca dei contenuti. Il maggiore tempo a disposizione, per me che gestisco l'aggiornamento, si tradurrà in una maggiore attenzione per le esigenze dei lettori.

 

In più potrò badare anche agli aspetti etici che un portale così seguito deve offrire alla comunità degli internauti: attualmente, gli interventi che raccontano disservizi o che criticano la gestione politica locale sono di gran lunga più numerosi rispetto a quelli che parlano "bene" della nostra valle telesina; ne risulta un facile e sommario giudizio che vede ViviTelese come un sito di protesta ad ogni costo.

 

Il restyling mi da l'occasione di attuare un progetto che è sempre restato nel cassetto: moltiplicare le pagine turistiche su ViviTelese evidenziando le innumerevoli bellezze dei nostri comuni in valle telesina. Il nostro portale, pur continuando nella "mission" principale di dare voce ai cittadini sempre e comunque, potrà diventare una ottima guida turistica on-line, punto di riferimento sul web per qualsiasi esigenza dei visitatori (in carne ed ossa, non virtuali).

 

Questa azione servirà a ripagare, in parte, tutte le accuse che ViviTelese ha ricevuto nel corso degli anni per essere diventato un evidenziatore mondiale delle storture della valle telesina. La ricca e preziosa Valle Telesina può e deve mettere in mostra tutte le potenzialità possedute.

 

L'organizzazione grafica della pagina di esempio della tua ultima proposta non mi convince e ti spiego perché. La disposizione degli elementi in orizzontale è dispersiva e, per questo preferisco quella in verticale. Uno spazio di lettura, sia esso su carta stampata o sul web, risulta più gradevole a consultarlo se presentato in spazi verticali (colonne più o meno larghe).

 

Il lettore organizza la propria lettura operando delle scelte: ciò risulta più agevole quando ha davanti diverse colonne; esclude visivamente quelle che non interessano e si concentra sulla colonna che desidera leggere; quanto appena affermato è meno facile se gli spazi sono prevalentemente organizzati in zone orizzontali.

 

Del resto, i quotidiani stampati, che nel corso degli anni si sono perfezionati per rispondere alle esigenze dei lettori, sono organizzati in colonne verticali; in orizzontale presentano solo i titoli perché graficamente più invasivi.

 

Insisto ancora sulla fidelizzazione dei lettori-scrittori di ViviTelese. La quasi totalità dei marchi di successo, soprattutto quelli nazionali, non cambiano mai perché trasmettono con una piccola immagine coordinata tutta la qualità e la professionalità acquisita negli anni. Si cambia solo se si vuole trasmettere con forza una chiusura con il passato ed il passaggio ad una nuova gestione.

 

Il marchio di ViviTelese in alto a sinistra nella home page, è entrato piacevolmente nella mente dei lettori. Al massimo possiamo perfezionare quel tipo di carattere dandogli una lettura più agevole. So bene che il carattere che hai proposto è solo un esempio senza pretese; il tuo esempio mi da l'occasione per affermare che non bisogna stravolgere un'icona ormai gradita. L'adottare un cambiamento radicale nel marchio trasmette anche un cambiamento radicale nella gestione del sito che non c'è nella realtà.

 

In definitiva, tutto bene per le proposte riferite alle "sotto"pagine da archiviare con il sistema automatico ma la prima pagina vorrei modificarla pochissimo. Al ritorno dalle vacanze ci incontriamo dal vivo per approfondire quanto abbiamo scritto. Un caro saluto.

 

Giovanni Forgione

 

 

 

 


     

  Il Crogiuolo


Per intervenire: invia@vivitelese.it