30 settembre 2004
S.Agata, monumenti e chiese aperte
Billy Nuzzolillo

 

 

Comunicato Stampa n. 10 del 29 settembre 2004
 
 MONUMENTI E CHIESE APERTE IL PROSSIMO WEEK-END A S. AGATA DE' GOTI IN OCCASIONE DI "FRAMMENTI D'EPOCA",
 
 Monumenti e chiese aperte a S. Agata de' Goti il prossimo week-end. L'iniziativa rientra nella manifestazione "I Signori della terra e della guerra -  Frammenti d'epoca" promossa dalla Provincia di Benevento nell'ambito della misura 4.7 del Por Campania 2000/2006.
 Oltre alla rievocazione in costume dell'assedio e della conquista della cittadina da parte di re Ruggiero II, avvenuta nell'anno 1135, alla degustazione di pietanze della cucina medioevale, alle gare sportive, agli intrattenimenti a tema e ai concerti di musica medievale, i visitatori potranno, quindi, visitare anche palazzi, monumenti e chiese, immergendosi nella suggestiva atmosfera bimillenaria di S. Agata de' Goti.
 Le chiese coinvolte nell'iniziative sono quelle della SS. Annunziata, di S. Menna,  S. Angelo de Munculanis e S. Francesco, oltre alla Cattedrale e all'Episcopio.
 
 EPISCOPIO - Imponente e maestoso, vi si accede attraverso un portone che apre al cortile, dove si possono ammirare le cupole e la cuspide maiolicata del campanile del Duomo. In alto, sull'arco centrale, la statua di S. Paolo, scolpita nel XVII secolo. La porta della scala grande immette nell'Episcopio antico. Nel complesso vi anche la cameretta dove dormiva S. Alfonso de Liguori.
 
 CATTEDRALE - Costruita nel 975 in stile longobardo, presenta anche tratti romanici e barocchi. Sul prospetto principale, tra le statue del 1796, vi quella dell'Assunta e sui laterali quelle di S. Agata e S. Stefano. Il portale della fine del XI secolo. Le porte in legno del 1647. L'interno della chiesa a croce latina a tre navate divise da poderosi pilastri. Sulle navate laterali si affacciano otto cappelle.
 
 CHIESA DELLA SS. ANNUNZIATA - Il sito originario risale al 1238. La facciata unisce tratti cinquecenteschi e barocchi. La compostezza classicheggiante del portale di pietra presenta nella lunetta il mistero a cui la chiesa dedicata: l'annuncio a Maria e l'incarnazione del Figlio di Dio. Il portone di legno intagliato e del 1565. L'interno a navata unica con abside a impianto quadrangolare. Sulla navata si aprono cappelle barocche.
 
 LA CHIESA DI S. MENNA - Fu costruita come cappella palatina del vicino castello alla fine del XI secolo ed ha conservato il suo stile romanico. E' a tre navate con tre absidi. Il pavimento a mosaico si conservato quasi intatto ed uno dei pi belli dell'Italia meridionale.
 
 LA CHIESA DI S. ANGELO DE MUNCULANIS - Fu costruita probabilmente nel XII secolo. Presenta un impianto basilicale a tre navate. Il campanile, addossato alla facciata, forma alla base col suo arco gotico la porta d'ingresso ed alleggerito da bifore all'ultimo livello. L'interno manca di abside. Le navate poggiano su tre pilastri e cinque colonne.
 
 LA CHIESA DI S. FRANCESCO  - Costruita nel 1267, stata completamente rifatta nel '700. Nell'interno, a una navata con cupola, vi un sarcofago su otto colonnine tortili con tre figure a bassorilievo della Piet.
 
 
 
www.frammentidepoca.it

 

 

 

    

Altri interventi sullo stesso tema


Per intervenire: invia@vivitelese.it