20 Dicembre 2004
SO.E.S.  ...ahi ahi ahi, siamo alle solite!
Giuseppe Grimaldi

 

 

Torniamo a parlare di SO.E.S. e di parcheggi a pagamento.


Continuiamo a raccogliere lamentele da parte dell'utenza sulla regolaritÓ del servizio.

 

Come Ŕ noto in questo periodo (invernale)  la sosta a pagamento termina alle ore 21:00.

 

 

 

 

Un utente mi ha consegnato questo tagliando e mi ha fatto notare che ha pagato ingiustamente la sosta fino alle 21.16.

 

Dal momento che queste macchinette telesine non danno resto per il periodo di sosta eccedente alle ore 21:00, si dovrebbe consentire di recuperare i minuti di sosta in eccesso a partire dal prossimo turno a pagamento, vale a dire dalla mattina successiva a partire dalle ore 9:00. L'utente ha, in pratica, pagato un servizio non reso.

 

Del resto se un automobilista volesse lasciare il veicolo in sosta fino alle 10:00 della mattina successiva dovrebbe poter esporre sul cruscotto il tagliando giÓ la sera prima. E' questa una esigenza comune a turisti e cittadini, che allo stato dei fatti invece, sono costretti necessariamente uscire di casa di mattina per pagare la sosta alle 9:00.

 

Non Ŕ la prima volta che segnaliamo alla SO.E.S. questo tipo di anomalia, ma il ripetersi ciclico, di questa che posso definire quasi una consuetudine, certamente non favorisce la trasparenza sull'operato del gestore delle soste a pagamento e di riflesso dell'Amm. Comunale.

 

Invito il Sindaco ed il comandante dei Vigili Urbani ad una sorveglianza pi¨ attenta ed efficace al fine di evitare simili spiacevoli inconvenienti che purtroppo non fanno altro che confermare le giuste lamentele per lo scarso interesse nei confronti delle problematiche dei cittadini e dei visitatori occasionali. 

 

 

    

Altri interventi sullo stesso tema


Per intervenire: invia@vivitelese.it